01/08/12

Recensione di Stolen di Kelley Armostrong



Ho terminato da poco Stolen della Armstrong. Confesso che sono partita molto prevenuta poichè i licantropi li amo molto poco a pelle. Invece ho deciso di provare visto che la biblioteca lo aveva e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa benchè mi manchi il primo volume che recupererò il prima possibile.
 La protagonista è Elena Michaels, unica licantropo donna che si occupa di tenere al sicuro dall sguardo umano la sua razza attraverso ricerche sul web dove ci sono persone che potrebbero metterli in pericolo con allusioni oppure notizie di bastardi (licantropi non ufficiali del Branco) che compiono atti di uccisione incontrollata.
LA ragazza si imbatte nel sito believe.com  dove delle persone rivendono notizie sui licantropi. Ovviamente la notizia è sospetta ed Elena indaga. Fissa un incontro con le due donne.
Per prima vedrà Paige Winterbourne, poi sua zia Ruth. L'inizio non è dei più piacevoli visto che Paige le sputa in faccia che sa tutto di lei, ma alla fine riescono a  parlare. le due sono streghe, Paige un'apprendista e Ruth è capo della Congrega delle streghe e del Congresso delle varie specie soprannaturali. Le dicono che ci sono delle persone capitanate da Tyrone Winsloe che rapiscono le creature soprannaturali per fare esperimenti su di loro. La cosa rende scettica Elena. Questa gente non dovrebbe saperne nulla di loro e queste due potrebbero essersi inventate delle balle. MA che scherziamo? Streghe, vampiri? Non possono esistere. Lei invece era reale benchè non accettasse la sua natura. Le lascia in malo modo e torna dai suoi. Tutti insieme decidono di andare al primo incontro. Ma un inseguimento operato da due guardie sospette ai danni di lei,Clay, il suo compagno, e Jeremy, l'Alfa del branco, la fà ragionare. Spiega tutto decidono di andare al secondo incontro del Congresso a sentire che dicono.
Vanno ma gli esiti non sono i migliori, infatti minacciano tutte le creature soprannaturali li di rintracciarli o lo fanno a fette. Questo vale per le Winterbourne, ma pure per il demone igneo Adam, l'asettica vampira Cassandra, lo stregone Kenneth.
I tre vanno via su due auto, Clay e Jeremy insieme e lei da sola. purtroppo Elena rischia di fare un incidente, sterza e si ritrova fuori strada. Una donna si offre di aiutarla, quella che le ha tagliato la strada. Peccato sia un tranello e che lei faccia parte dell'organizzazione che rapisce le creature soprannaturali. le inietta un sedativo e la ragazza si risveglia ore dopo in una cella.
Li le spiegano lo scopo del centro ovvero rendere migliore l'umanità con le loro scoperte. In realtà a capo di tutto c'è Ty Winsloe, il finanziatore psicopatico con cui Elena si trova subito ad avere a che fare. Tutto per lui è un gioco, soprattutto torturare i prigionieri, ed ha un ego altamente smisurato, tanto che la protagonista spesso deve soccombervi non essendo in grado di farcela ad evadere senza essere ammazzata prima. La sicurezza  lì è fin troppo organizzata. Ed i carcerieri spietagti
Le due Winterbourne cercano di mettersi in contatto anche quando Ruth viene catturata e messa nella cella accanto alla sua. Si scopre così che le due sono solo vittime e non carnefici come i carcerieri. Infatti chi non è più utile viene eliminato.
Jeremy e Clayton allo stesso modo non si arrendono e si alleano con le altre creature per liberarli tutti.
Questo libro è intenso, a tratti cruento, i personaggi creai dell'organizzazione sono così sadici da far star male ed odiarli nel profondo, si soffre dei dolori dei protagonisti. Le vicende sono appassionanti e si sta col fiato sospeso fino all'ultima pagina per nulla scontata.
Lo consiglio vivamente, andando su un voto da 1 a 10, si merita minimo un 8!

3 commenti:

  1. MI hai dato una buona idea per un regalo che devo fare ad un amante del genere:)) ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di prender prima Bitten! LA storia si capisce lo steso, anzi è ottima! MA forse è meglio partire dalle basi^^

      Elimina