19/08/17

Recensione de Il padrone del mondo di Robert Hugh Benson

Trama: Scritto nel 1907 questo romanzo profetico racconta l'ascesa del grande filantropo Giuliano Felsemburgh, democratico e rassicurante, fautore della pace mondiale, che realizza un mondo ideale con l'avvento di un nuovo umanitarismo che stempera le differenze fra le religioni e predica la tolleranza universale. Tutto viene accettato fuorché la Chiesa Cattolica, che - sempre in nome della tolleranza - viene straziata fin quasi alla sua completa eliminazione. Comunicazioni istantanee in tutto il mondo, trasporti aerei e sotterranei, luce solare artificiale, un parlamento europeo, attentati con kamikaze, il crollo della Russia, la crisi delle vocazioni, l'apostasia di preti e vescovi, la persecuzione e la solitudine del Papa: tutti elementi che oggi fanno parte della nostra storia e della nostra quotidianità e che in questo romanzo sono stati descritti con impressionante realismo. Il Padrone del mondo racconta il venir meno della fede cristiana non a causa di una persecuzione pubblica ma attraverso la subdola religione umanitaria del relativismo. La speranza è riposta nell'Unico che rimane fedele per sempre e nel Suo glorioso ritorno.

Questo è il secondo distopico d'altri tempi che leggo, antecedente di molti anni 1984 di George Orwell.
Onestamente non so cosa pensarne perchè già la lettura di 1984 mi aveva provata molto.

Posso dire di essere sorpresa dal fatto che questo libro sia stato scritto da un cattolico, prima anglicano, un prete, figlio dell'Arcivescovo di Canterbury. Come gli è venuta l'idea? Perchè questo romanzo è ambientato nel futuro, un futuro anche eccessivamente accurato rispetto al 1907, anno di pubblicazione del libro. In questo avvenire la religione verrà considerata una sciocchezza. Il mondo sarà pervaso dall'ateismo, l'eutanasia sarà considerata addirittura nobile, verrà perseguita solo la ragione.

18/08/17

Recensione de Il bacio del vero amore - Le cronache di Edenir di Angela C Ryan

Trama: Nel regno di Edenir, Jake Dragonknight, ormai divenuto sovrano, si consuma nella convinzione che Neve, la fanciulla di cui è innamorato, sia l’assassina di suo padre. In realtà la giovane, innocente vittima di Deliah, lontana dagli amici che l’hanno accolta con affetto, vive rocambolesche avventure per sfuggire alle mani della regina logorata dalla vendetta e dalla gelosia, aiutata da nuovi compagni che la seguiranno durante il viaggio di ritorno a Edenir. Non sarà un percorso facile né lo sarà la sua ricomparsa nel regno. Deliah ha ordito un ingegnoso piano per metterle ancora una volta i bastoni fra le ruote e conquistare Jake e il suo trono. Servirà tutta la forza e l’impeto del vero amore per riuscire a impedirglielo e se di una cosa è certa Neve, è che il vero amore è quello che unisce lei e Jake.

Il bacio del vero amore fa seguito a "Il principe e la neve", duologia fantasy di Angela C Ryan, che alcuni di noi, principalmente lettori di romance e/o di Newton Compton Editori, conoscono come Angela Contini.

Dal regno di Edenir non ce ne siamo mai andati. Cosa avevamo lasciato?
Neve è prigioniera di Deliah, regina di Kelisir, che ha colpito il principe Jake nel modo peggiore possibile. Ha ucciso suo padre e con le sembianze di Neve, ora bandita dal regno. 
Deliah però non ha vinto su tutta la linea. Un ostacolo in meno verso Edenir (certa gente i rifiuti amorosi  non li sa gestire e vedi che combina...), ma anche la trasformazione in orco, dovuta al furto ed all'uccisione del mago personale Leonir. Dunque una regina che più arrabbiata non si può.
Adesso sembra esserci solo impasse. In una situazione così come si può risolvere credibilmente la situazione?

12/08/17

Recensione di Forever Solamente io e te di Amy Engel

Trama: Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer – come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c’è speranza. C’è vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo… 

Ci troviamo in compagnia del secondo ed ultimo volume della serie , un distopico di nuova generazione. Non dei migliori, ma certo non dei peggiori.
Proseguono le (dis)avventure di Ivy, espulsa dalla sua comunità per il tentato omicidio del figlio del presidente Lattimer, Bishop.
Le cose sono in realtà più complesse perchè lei doveva solo portare a termine il piano di vendetta escogitato a danno dei Lattimer dalla sua famiglia, una famiglia che non ha a cuore i desideri della ragazza e che, pur di non rinunciare al piano, la fa espellere senza problemi. E lei accetta il sacrificio perchè non avrebbe mai potuto uccidere il ragazzo.

10/08/17

Recensione de I fantasmi di Portopalo di Giovanni Maria Bellu

Trama: La notte di Natale del 1996 nel canale di Sicilia è avvenuto il più grande naufragio della storia del Mediterraneo dalla fine della seconda guerra mondiale. Nel tentativo di sbarcare nel nostro paese, circa trecento clandestini di origine pakistana, indiana e tamil, muoiono per l'affondamento di una "carretta del mare". Il fatto passa quasi completamente sotto silenzio. Nulla avviene durante quei giorni di festa e quando all'inizio di gennaio arrivano dalla Grecia le prime denunce dell'accaduto, la reazione delle autorità italiane è il rifiuto di credervi: come poteva essere successa una tragedia di simili proporzioni senza che il mare e le coste siciliane ne portassero traccia? Il libro è la ricostruzione di questa incredibile vicenda. 

Mi chiedo quando smetteremo di farci del male, di farci la guerra.
Non so se troverò una risposta perchè per quante disgrazie possano accadere, diventiamo sempre più zucconi e forse in un'epoca sempre più ricca di informazioni è inevitabile, creano assuefazione alla violenza, al male, alla morte.
Non è bastata la prima guerra mondiale, la seconda, gli attentati degli anni '80, le tragedia più recenti, i barconi affondati degli immigrati... No, soprattutto questi ultimi non bastano. Abbiamo le documentazioni delle nostre privazioni più recenti, del nostro passato di emigranti, eppure non capiamo. Il male degli altri non è il nostro.

Recensione di Divorzio alla cinese di Liu Zhenyun

Trama: Li Xuelian, sposata con Qin Yuhe, è incinta del loro secondo figlio. Una buona notizia? Non in Cina, dove la legge del figlio unico li renderebbe due criminali. Non c'è altra scelta che divorziare prima della nascita del bambino. "Appena il bambino sarà registrato all'Anagrafe, ci risposeremo. Non c'è nessuna legge che vieta a una coppia con un figlio ciascuno di sposarsi." Tutto perfetto, tutto calcolato, se non fosse che dopo il divorzio Qin sposa un'altra donna che aspetta un altro figlio. Folle di rabbia Li corre da un giudice per spiegare come stanno davvero le cose, ma è solo l'inizio di un'aspra battaglia contro l'intero partito e le sue dinamiche. Una commedia assurda e divertente, ma anche un duro atto d'accusa contro la legge del figlio unico e una critica frontale al sistema corrotto della Cina. "Divorzio alla cinese" è un romanzo satirico, tagliente e ironico.

Non è necessario sapere che il mondo orientale è lontano dai nostri usi e costumi. Ognuno di quei paesi ha peculiarità proprie, nonostante venga spontaneo pensare che una grande omogeneità culturale sia la norma.

Da poco tempo in Cina è consentito avere due figli, almeno secondo alcuni articoli di cui ho letto, ma per il controllo della popolazione non è sano crescere troppo, almeno nell'affollato territorio cinese.
Questione assolutamente legittima anche se per nulla celebre. In Europa non ci sono abbastanza giovani, ma troppe persone sono malevole per il pianeta e per un territorio se lì c'è una concentrazione abnorme di abitanti. Insomma un bel rompicapo!

La Cina ha preso seriamente questo divieto. Chi si trovava in condizione di avere più di un figlio passava guai davvero grossi.
Ma qualcuno, come la protagonista Li Xuelian, trova l'escamotage. Divorziare all'inizio della gravidanza e risposarsi successivamente. Così si elude la legge. Ma questo è anche l'inizio di una storia tragicomica.... Infatti suo marito si è risposato, ma non con lei, ed aspetta un altro figlio!

09/08/17

Anteprima #1 - Recensione Il tempo delle seconde possibilità di Patrisha Mar

Trama: Stefano Solari è un pubblicitario dalla promettente carriera, ma è anche un uomo che ha perso se stesso e che ha un disperato bisogno di rimettersi in gioco e dimenticare. Complici un viaggio di lavoro, un romanzo di Jane Austen e la magica Irlanda, Stefano incontra Caitlin Murphy, la giovane guardiana di un faro, che, nonostante le difficoltà della vita, ha imparato a credere nel destino e nelle seconde possibilità. Fra loro nasce una tenera amicizia, e dopo qualche mese lei viene invitata a Milano, ma proprio quando i due cominciano ad avvicinarsi, il passato di Stefano torna con prepotenza a bussare alla porta, scombinando ancora una volta i suoi piani.

In un’altalena di emozioni, rimpianti, dolore e speranza, Stefano e Caitlin vi accompagneranno in un indimenticabile viaggio alla ricerca del vero amore e della felicità, perché tutti hanno diritto a una seconda possibilità. 



Questa che vi presento è la mia prima anteprima in assoluto e sono emozionatissima di potervene parlare!

Si tratta del nuovo lavoro di Patrisha Mar che molti di voi conosceranno. Anch'io ne avevo sentito parlare, ma non ho mai avuto occasione di leggere nulla di suo. Ammetto che ho iniziato a sentire il suo nome con le prime pubblicazioni con Newton di cui, nell'ambito del rosa, non ho avuto grandi incontri ( scusate, ma devo essere sincera). Invece ogni tanto vengo colpita e questo è il, promosso, caso (non l'unico, sia chiaro! Ad esempio cito Angela Contini). 

Il romanzo inizia con Stefano Solari, avvenente pubblicitario in crisi. La sua fidanzata ha deciso a sua insaputa di abortire, creando una rottura insanabile perchè Stefano quel bambino lo voleva, molto. E so che sembra strano per un trentenne italiano che si crede ancora quindicenne o comunque ha altre paturnie in testa, ma conoscendo meglio Stefano capiremo.
 Tempo dopo arriva a casa sua un romanzo di Jane Austen, Persuasione, che è stato spedito da una donna irlandese in giro per il mondo con lo scopo di diffondere l'idea che le seconde possibilità esistono. All'inizio la deride, ma, poichè per lavoro deve recarsi a Dublino, pensa di riconsegnare il romanzo alla proprietaria, Caitlin, come da clausola. Infatti il centesimo lettore deve restituire il libro al mittente. Dunque, perchè no? Ed in ogni caso questo libro lo sta colpendo molto, anche se non vuole ammetterlo a sé stesso.

08/08/17

Segnalazione #3 Mad Nessun limite di Chloè Esposito

Buongiorno Lettori,

eccoci alla terza segnalazione del blog!
Come dicevo ho inaugurato questo spazio per dare la possibilità ad autori nostrani di farsi conoscere, che mi interessi o meno il loro ebook, oppure di segnalare uscite di mio interesse.
Unico "limite": non accetterò pubblicazioni razziste e denigratorie a meno che non sia a scopo di denuncia.

Adesso voglio parlarvi di un romanzo in uscita il 31 agosto per tre60 che dev'essere FENOMENALE! 
Suggerisce ansia, angoscia, zone oscure, sentimenti torbidi ed il tutto in un rapporto tra gemelle, una coppia di esseri umani già particolare di suo. Lascia intendere simbiosi o comunque un rapporto elitario. Certo, sappiamo che le incomprensioni ci sono in famiglia, ma la Esposito ci suggerisce un livore senza precedenti.
Vi lascio ai dettagli del romanzo...

Titolo Originale: Mad
 Traduzione: Ilaria Katerinov
 Pagine: 432 
Prezzo: 16,80 € 
Prezzo ebook: 6,99€

Trama. Alvina Knightly non è una donna come le altre. È nata col cuore a destra, nel posto sbagliato. È per questo che tutto, nella sua vita, è andato storto? Forse. Ma ora il destino le ha offerto l’occasione per prendere il posto della sua gemella, Elizabeth. La sorella che ha il cuore al posto giusto. Che è sposata con un uomo affascinante e ha un bellissimo bambino. Che è buona, ricca, altruista. Perfetta.
Ma prendere il suo posto significa entrare completamente nella sua vita. Significa che Elizabeth non ci deve essere più… Significa che deve morire.
Per vivere l’esistenza che ha sempre desiderato, per vendicarsi di tutto il male che ha subito, Alvina è disposta a uccidere. Ma sbarazzarsi della sorella non è che il primo passo. Il secondo è mantenere il segreto. Ed è molto, molto più difficile…

Ecco un piccolo assaggio: 


"La vita di Beth mi passa davanti agli occhi: i soldi, il marito, il bambino, la macchina. Mi ha rubato tutto. Sin dall’inizio. Ora basta. Occhio per occhio, dente per dente. Mi riprenderò l’uomo che mi ha rubato e mi prenderò anche la sua vita. Me lo merito. È un atto di giustizia."




L'autrice: Chloé Esposito è nata a Cheltam e vive a Londra con il marito e la figlia. Si è laureata in Letteratura inglese a Oxford, ha lavorato come consulente aziendale, insegnante d’inglese e fashion stylist, ma ora si dedica alla scrittura a tempo pieno.

Posso dire che i diritti cinematografici sono stati acquisiti dalla Universal Pictures e dallo stesso produttore di Cinquanta sfumature (ecco, questo dettaglio già mi preoccupa, ma sono prevenuta, lo so!).

Cosa ne pensate?

Alla prossima segnalazione :-)